giovedì 20 dicembre 2012


Undici sfumature di nero

I tortuosi percorsi della memoria a Tarcetta

Undici sfumature di nero

1) Vogliamo valorizzare la nostra lingua locale, il nediško... ma i convegni li facciamo solo e rigorosamente in italiano.

2) Dobbiamo riscoprire l'autonomia millenaria della nostra comunità... ma la nostra nazione e Patria è senza dubbio l'Italia.

3) Non siamo contro chi si sente sloveno, vorremmo solo che i soldi per la minoranza slovena li diano anche a noi che sloveni non siamo.

4) Da una parte c'è chi ha denari e strutture organizzate dall'altra sinora no... e Gladio è stata un'invenzione di quel catto-comunista di Andreotti.

5) No, non siamo in guerra, rispettiamo gli avversari... ma io sono un nemico e sui loro giornali mi massacrano.

6) Invece siamo in guerra, solo che la battaglia di Tito per annettere il Friuli adesso la combattono senza armi e noi dobbiamo rispondere.

mercoledì 19 dicembre 2012

Ne...diško

I sindaci del centro-destra contro la denominazione bilingue dell’Unione dei comuni montani
“Nediško? No, grazie, meglio solo l’italiano”
 L'annunciata conta dei voti nell'assemblea della costituenda Unione dei comuni montani del Natisone per decidere sull’opportunità del nome bilingue dell'ente, è stata rimandata a gennaio. Dopo una trattativa estenuante, la scorsa settimana era definitivamente tramontata l'ipotesi di una convergenza unanime dei sette sindaci più il rappresentante delle minoranze consiliari.
Gli amministratori dell'area di centro-destra hanno infatti annunciato di optare per la sola denominazione in italiano senza accanto la dicitura in sloveno, ma neanche quella nel cosiddetto natisoniano (che sarebbe stata, guarda caso, identica a quella in sloveno standard anche secondo il nuovo vocabolario italiano-nediško).
http://novimatajur.it/main.php?page_id=articolo&id=2151

I libri di Enzo Stulin su Amazon


domenica 16 dicembre 2012

Emblema della RepubblicaLa costituzione

Principi fondamentali

Art. 1
L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.
Art. 2
La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.
Art. 3
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.
Art. 4
La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.
Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.
Art. 5
La Repubblica, una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali; attua nei servizi che dipendono dallo Stato il più ampio decentramento amministrativo; adegua i principi ed i metodi della sua legislazione alle esigenze dell'autonomia e del decentramento.
Art. 6
La Repubblica tutela con apposite norme le minoranze linguistiche.

Sono solo i primi sette articoli della Costituzione Italiana, sono semplici, chiari e comprensibili, ma pare siano tutt'altro che rispettati! La campagna elettorale pare già nel vivo, con attacchi, accuse, capriole, rotazioni, proposte, impasti, reimpasti, critiche, sempre gli stessi, sempre le stesse cose, le stesse frasi. Riempiono salotti o sgabelli televisivi per blaterare, interpretare, ipotizzare,..... Ma i (dis)onorevoli la conoscono la Costituzione? Si presume che l'abbiano almeno sentita nominare. Sarebbe utile e doveroso per tutti coloro che si candidano o che già "esercitano" la professione politica, conoscerla a memoria ed impegnarsi per applicare e far rispettare i principi......Invece.......

Rinnovabili: in Italia sono la terza fonte energetica

Rinnovabili: in Italia sono la terza fonte energetica: pIn Italia, nel 2011, le fonti rinnovabili hanno rappresentato il terzo settore di approvvigionamento energetico, dopo petrolio e gas, con …/p

martedì 11 dicembre 2012

Assicurazione auto - Basta tolleranza


Dal 1° gennaio 2013 per la polizza RC Auto non ci saranno più i 15 giorni di "franchigia" o tolleranza. Fino ad oggi, se non viene data disdetta, la copertura assicurativa vale fino a 15 giorni dopo la scadenza del premio, anche se questo non è stato ancora pagato.
La nuova procedura, contenuta nell'art. 22 del Decreto Legge 179 del 18 ottobre 2012, abolisce il tacito rinnovo del contratto che prevedeva i 15 giorni di tolleranza.
La "chicca" è che chi sarà trovato senza copertura assicurativa, oltre alla sanzione amministrativa da 798 a 3194 euro, si vedrà confiscare il mezzo.
A cosa punta questa nuova normativa? Forse a fare cassa? Pare proprio che sia così. Sembra che non sia stata fatta una gran pubblicità a questa nuova "trovata" e che sia stata fatta passare "silenziosamente". Forse si spera nel'inconsapevolezza degli automobilisti o, almeno di buona parte di questi...

Il Decreto sul taglio ai costi della politica è Legge

Il Decreto sul taglio ai costi della politica è Legge: pIl Decreto sul taglio ai costi della politica è legge: la Camera, infatti, ha approvato in via definitiva il  testo …/p

giovedì 29 novembre 2012

giovedì 22 novembre 2012

Lotta all’evasione fiscale: scontrini e ricevute saranno deducibili

Lotta all’evasione fiscale: scontrini e ricevute saranno deducibili: pIl Disegno di legge sulla delega fiscale, licenziato dalla commissione Finanze del Senato e oggi all’esame a Palazzo Madama, contiene un provvedimento importante volto a contrastare l’evasione fiscale./p

lunedì 19 novembre 2012

Export: cresce il “Made in Italy” agroalimentare

Export: cresce il “Made in Italy” agroalimentare: pDi fronte alla contrazione della domanda interna, l’unico motore di crescita per l’Italia resta l’export, in particolare quello agroalimentare, che …/p

Agriturismo: settore in crescita e “in rosa”

Agriturismo: settore in crescita e “in rosa”: pNonostante la crisi, l’agriturismo risulta in crescita: nel 2011 le aziende agricole autorizzate all’esercizio dell’agriturismo hanno fatto registrare un +2,2% in più rispetto al 2010. E’ quanto rileva l’Istat, aggiungendo che spesso alla guida degli agriturismi italiani c’è una donna: più di un’azienda su 3, infatti, è a conduzione ‘rosa’./p

venerdì 16 novembre 2012

Il 10% degli studenti cividalesi parla sloveno

 
Da un indagine pare che il 10% (dieci per cento) degli studenti delle scuole di Cividale, parla Sloveno......e adesso? Cosa dirà 9lli?

Ancora sul Planino...


La truffa degli euro

E’ premessa evidenziare che la BCE è privata perché i suoi ‘azionisti’ sono privati; ad esempio un azionista con il 15% circa è la banca d’Italia che è una ‘istituzione pubblica’ ma di proprietà di privati al 95%!
Allo stesso modo lo sono le altre banche nazionali e quindi sono privati che ‘posseggono il controllo’ della BCE.





Gli euro stampati hanno – TUTTI – come anno di stampa il 2002 ed un numero di serie che inizia con una lettera. Per l’Italia è la S, per la Francia H, ecc.
E’ EVIDENTE CHE GLI EURO SONO STAMPATI OGNI ANNO E MESE E PUO’ CAPITARE DI TROVARNE ALCUNI CON LA FIRMA DEL PRESIDENTE DRAGHI CHE, NEL 2002, NON AVEVA TALE RUOLO ! A COMPROVA CHE NON SONO STATI STAMPATI TUTTI NEL 2002 MA LO SONO PERIODICAMENTE.
Articolo completo: http://www.stampalibera.com/?p=55872#more-55872

Aiutiamo la Scuola Bilingue a vincere qualcosa....

Diamo una mano a vincere qualcosa. La scuola Bilingue di San Pietro al Natisone ha partecipato al concorso "Ti racconto la mia terra" e ora le immagini sono in rete per le votazioni on-line. di seguito le istruzioni:


Andare sul sito www.vogliamote.eu
In fondo, dopo le foto e i testi, ci sono cinque icone che rappresentano le sezioni del concorso. Scegliere quella nel mezzo, LA STORIA RACCONTA

A questo punto si aprira una cartina.
Scegliere l'icona situata in prossimità di San Pietro (si apre la dicitura "Grotta di San Giovanni d'Antro e la leggenda di Attila)

Sotto la cartina appare il disegno di Attila e la maschera di registrazione.
A quel punto bisogna registrarsi e ripetere il percorso con "scegli e percorsi" per votare il nostro disegno.

Votate e fate votare!!!

giovedì 15 novembre 2012

martedì 13 novembre 2012

Paltrow


Diaz


De Niro


Attacco...



Qualcuno forse si starà stancando di sentire parlare e di leggere in merito alla questione Planino. Purtroppo la questione è ancora aperta e "calda". Come si legge nell'articolo la variante è stata adottata senza un parere geologico. Forse è una svista, resta il fatto che considerate le opere che si intenderebbero realizzare, un parere geologico sarebbe utile se non indispensabile, anche per sapere se effettivamente il territorio presenta caratteristiche tali da sopportare le strutture prospettate o se vi sono possibili problemi di cedimenti (ad esempio)...
La presa di posizione dei residenti non dovrebbe essere una novità e non dovrebbe stupire nessuno; chissà se anche stavolta si tirerà in ballo il movimento FreePlanine reo di falsare le informazioni.
Per come stanno andando le cose ci sarebbe da ringraziare il movimento FreePlanine che, grazie all'interesse, all'organizzazione di incontri ed alla "vigilanza" che svolge su quanto si sta facendo (e dimenticando) ha contribuito a diffondere informazioni utili (purtroppo/per fortuna), informazioni che sono venute anche da persone "esterne" alla questione.
Alla fine, tutto il polverone alzatosi è dovuto alla mancanza di "umiltà" nell'accettare o almeno ascoltare pareri, tesi ed opinioni diverse ed incontrarsi, senza rancori, per giungere alla soluzione migliore per popolazione, imprenditore/i e territorio.

False notizie al seguente link:

mercoledì 7 novembre 2012

La Piasentina sgretola le Valli

Clastra
La pietra Piasentina sgretolata dalla crisi, le Valli del Natisone sgretolate dalle cave.
Cavatori in crisi che si ergono a difensori e paladini dell'ambiente, che lo tutelano, lo curano piantumandolo dimenticando (forse) di averlo prima danneggiato.
Si lamentano dicendo di estrarre solo tre camion al giorno (!), ma i danni alle strade pubbliche chi li ripara? I disagi alle persone quanto valgono in confronto al profitto? E tutto questo pagando ai comuni degli oneri di estrazione ridicoli.
Sono trent'anni che si estrae pietra da Clastra, l'ambiente è stato irreversibilmente modificato, deturpato...... che senso ha il ripristino? In cosa consiste? Nel piantare alberi? Ed i cubi e cubi di materiale asportati? Ci sono rischi idrogeologici molto seri di cui non si curano minimamente.
Nonostante tutto non ci si accontenta, non basta il fatto che i comuni non abbiano alcuna voce in capitolo, che non ci sia una norma che consenta loro di impedire o limitare l'attività delle cave, non gli basta avere carta bianca, ci si lamenta della lungaggine burocratica.... C'è da chiedersi quando si fermeranno, forse quando sgorgherà acqua di mare.....
In questo contesto manca un controllo, un monitoraggio che segua il modo e le modalità in cui si opera all'interno di cave delimitate da sbarre e filo spinato. Pochi sanno cosa viene estratto, se sono stati rinvenuti reperti, se sono state chiuse o distrutte grotte e se le cave sfruttate diventano poi discariche.
Masso caduto da un camion...
Di pari passo ci sono amministratori che dimenticano di non cancellare (quindi di lasciare invariate) le norme urbanistiche che consentirebbero l'aperture di cave o discariche, che difendono a spada tratta varianti urbanistiche discusse e discutibili, che portano alla formazione di un comitato spontaneo o che ricevono un numero spropositato di osservazioni dalla Regione. Strani modi di concepire la tutela dell'ambiente e del paesaggio.
In un periodo di ristrettezze e di sacrifici imposti, c'è chi ritiene di spendere soldi in progetti dalla dubbia utilità, aspramente criticati sia da normali cittadini che da professionisti ed esperti in materia ambientale.
In un periodo in cui il recupero del patrimonio edilizio diviene la norma e si tutela e preserva in tutti i modi l'ambiente (fonti rinnovabili, energie alternative, ecc.) si vuole convincere la popolazione che la tutela del territorio passa attraverso l'edificazione.
Questo avviene nonostante gli interessanti incontri informativi organizzati da Freeplanine, ma evitati da chi non vuole sentire ragioni od opinioni diverse, non ritenendo significative le numerose firme raccolte contro l'adozione della variante, non tenendo in debito conto il rischio di rovinare per sempre una porzione di territorio che potrebbe essere già un attrattiva se mantenuta e valorizzata.
Questo accade nelle Valli, eppure basta un servizio televisivo ben fatto (Sereno Variabile) per incrementare l'accesso turistico e l'interesse per questo territorio.
Purtroppo però ci si "scorna" tra pari, riciclando vecchi rancori ed argomenti che spesso nulla hanno a che vedere con l'oggetto della discussione.
E' possibile che il bello delle Valli del Natisone lo vedano meglio da fuori? Forse chi non lo vede dovrebbe "uscire" un attimo..... L'impressione è che chi viene nelle Valli apprezza la pace, la tranquillità, la bellezza del territorio ed in un mondo frenetico come quello di oggi, può essere una risorsa anche questa. L'importante è non comprometterla irrimediabilmente.



martedì 6 novembre 2012

Revisione rendita catastale

La stangata dell'IMU si abbatterà con maggior "violenza" sui proprietari di seconde, terze, quarte case. Nel caso queste non siano affittate, c'è la possibilità di inoltrare una domanda di revisione della rendita catastale. Infatti se per un triennio il reddito lordo effettivo di un unità immobiliare (abitazione, negozio, ecc.) differisce dalla rendiat catastale per almeno il 50% di questo, l'ufficio tecnico erariale, su segnalazione dell'ufficio delle imposte o del comune o su domanda del contribuente, procede a verifica ai fini del diverso classamento dell'unità immobiliare, ovvero, per i fabbricati a destinazione speciale o particolare della nuova determinazione della rendita. Il reddito effettivo lordo è costituito dai canoni di locazione risultanti dai relativi contratti; in mancanza di questi, è determinato comparativamente ai canoni di locazione di unità immobiliari aventi caratteristiche similari e ubicate nello stesso fabbricato o in fabbricati vicini.

lunedì 5 novembre 2012

Regolamento attività di agriturismo

Mercoledì 7 novembre ore 17:30 a San Pietro al Natisone (UD)
incontro per conoscere e discutere il nuovo regolamento per l'esercizio dell'attività di agriturismo.





martedì 30 ottobre 2012

Una pura e semplice svista

Ultima "chicca" per il Planino.

Da quanto riportato sulla stampa, pare che sia sorto un altro "problema" riguardante la variante al piano regolatore di Stregna. In particolare ciò che è stato scoperto dal portavoce del comitato Freeplanine è la rimozione di una frase dalle norme di attuazione che non impedirebbe la coltivazione di cave o discariche. E' piuttosto singolare definire "svista" il fatto di cancellare, depennare, rimuovere un frase; diverso sarebbe stato se la frase non ci fosse stata e, per svista, errore od altro, ci si fosse dimenticati di inserirla..... Nel caso in questione mi è parso di capire che sia stata tolta.
Considerato che probabilmente verrà inserita un integrazione, andrebbe verificata e controllata attentamente per evitare altre "sviste" o integrazioni fantascientifiche....

trompe l'oeil


Trompe-l'oeil - Belgrado, Serbia

La cascata del Kot

lunedì 29 ottobre 2012

Niente tagli per bonus ristrutturazioni e risparmio energetico

Niente tagli per bonus ristrutturazioni e risparmio energetico.

I tagli retroattivi previsti alle detrazioni dalla legge di stabilità, pare non vadano ad intaccare quelli in materia edilizia e di risparmio energetico.
Le spese per riqualificazioni energetiche e ristrutturazioni continuerebbero a godere delle detrazioni previste: per riqualificazione energetica 55% fino al 30 giugno 2013, per ristrutturazioni 50% fino al 30 giugno 2013 e tetto massimo di spesa pari a € 96.000,00, dal 1° luglio la detrazione tornerà al 36% ed il tetto ad € 48.000,00.
Ad oggi pare sia stato chiesto (nuovamente) dalla Commissione Ambiente della Camera, di stabilire il bonus per le riqualificazioni energetiche al 55% od almeno prorogarlo fino al 31 dicembre 2013 estendendo la detrazione anche alle opere di consolidamento antisismico per gli edifici esistenti.
Speriamo che ne prendano atto .....


venerdì 26 ottobre 2012

In Islanda si approva la nuova Costituzione...



Con un referendum i cittadini Islandesi hanno approvato la nuova costituzione scritta con la partecipazione ed il contributo di molti di loro......




Milioni friulani in Slovenia

Ogni anno centinaia di milioni “friulani” finiscono nelle casse slovene di macellai, tabaccai e distributori di carburanti, per non parlare di quelli che prendono la strada dei casinò». In quattro anni, sono stati erogati nella sola provincia di Gorizia, 82 milioni di litri di benzina in meno e non a caso la Figisc ha lanciato una campagna di sensibilizzazione dei consumatori: «Se il pieno in Slovenia conviene nell’immediato, sul lungo periodo questa abitudine si traduce in meno risorse finanziarie da investire sul nostro territorio». http://messaggeroveneto.gelocal.it/cronaca/2012/10/26/news/sconti-carburanti-fino-a-dicembre-1.5926228


Se centinaia di milioni "friulani" finiscono nelle casse slovene di macellai, tabaccai e distributori di carburanti significa che tabacchi, carburanti e carne costano meno e quest'ultima è di qualità spesso superiore. Anzichè lanciare campagne di sensibilizzazione dei consumatori, sarebbe bene adoperarsi per rendere i prezzi competitivi e dare un senso all'Autonomia di cui la Regione dovrebbe godere.... Oltretutto i consumatori si stanno già dimostrando sensibili visto che si "forniscono" dove i prezzi sono più bassi.... Ci si preoccupa dei milioni che finiscono nelle casse slovene, casinò compresi, ma in Italia cosa si fa in merito? E i milioni che si sputt....no nelle sale slot o nelle "macchinette" dei bar? Non dovrebbero "pagare" in consumazioni? Se si vuole arginare il traffico nei casinò basterebbe "aprirne" in Italia.... E, tanto per chiarire, ci sono corriere provenienti anche dal Veneto organizzate per una gita ai casinò sloveni, mica per visitare posti nuovi o interessanti.
Le minore risorse non saranno certo dovute all'abitudine di andare oltre confine. Perchè non si mantiene il prezzo più basso che in Sloevnia? Perchè non si tolgono e riducono le accise? Come mai i prezzi dei carburanti in Veneto sono inferiori a quelli in Friuli?
I responsabili "dell'esodo" in Slovenia non sono nè i consumatori nè gli sloveni, ma chi ha il compito di decidere come, quanto e dove spendere.

giovedì 25 ottobre 2012

Grazie Novelli

http://www.dom.it/novelli-fa-togliere-160-mila-euro-ai-comuni-delle-valli/

Passivhaus (Casa passiva) a Jalmicco

Grazie ad una progettazione attenta ai materiali utilizzati ed alle scelte costruttive, sta per diventare realtà una casa che consuma pochissimo, quasi nulla. Nella frazione di Jalmicco (Palmanova) questo tipo di abitazione,  si sta concretizzando e sono stati avviati i percorsi per il riconoscimento di "Passivhaus" e Casa Clima Gold. I maggiori costi rispeto ad una casa tradizionale, sembra siano superiori del 10-15%, per cui, tutto sommato, non molto se si pensa ai minori costi di esercizio. Tale tipo di abitazioni sono studiate, pensate e realizzate per sfruttare al massimo tutte le fonti rinnovaibili, nonchè la posizione, l'orientamento ed il tipo di isolamento.